Corso di formazione “Fibre Artificiali Vetrose (FAV) – il rischio per chi lavora nel settore idraulico, elettrico ed edile”.

Destinatari

Il corso è rivolto ai lavoratori del settore edile, idraulico e elettrico soggetti ai rischi connessi all’esposizione alle FAV.

Obbiettivi e finalità

Le fibre artificiali vetrose (Man Made Vitreous Fiber, MMVF) sono materiali inorganici fibrosi con struttura molecolare amorfa, che vengono prodotti a partire da minerali e ossidi di vario tipo. Attualmente si conoscono oltre 30.000 utilizzazioni commerciali delle FAV, con un uso sempre più diffuso nel settore dell’isolamento termoacustico e come materiali di rinforzo nei prodotti plastici e nell’industria tessile. Occorre però conoscere il rischio a cui i lavoratori sono esposti. Il corso di Formazione ai sensi del d.lgs. 81/08 – rischi specifici e rischi delle lavorazioni in presenza di Fibre Artificiali Vetrose (FAV), ha la finalità di illustrare il contenuto delle Linee Guida e di individuare le misure di prevenzione da adottare e le corrette modalità di impiego, uso e manutenzione da rispettare per l’uso in sicurezza delle FAV.

Normativa di rierimento

– Art. 37 del D.lgs. n. 81/08 e s.m.i.
– Accordo Stato – Regioni n. 59/CSR del 25 marzo 2015 e relativo aggiornamento del 10 novembre 2016 “Le Fibre Artificiali Vetrose (FAV): Linee guida per l’applicazione della normativa inerente ai rischi di esposizione e le misure di prevenzione per la tutela della salute”.

Requisiti di ammissione

Licenza media.

Durata e modalità

Programma del corso

– Definizione e differenze di FAV
– La valutazione dei rischi per il personale esposto
– Verifica preliminare del sito
– Indicazioni operative per la posa e la rimozione delle FAV
– I DPI necessari ed obbligatori
– Gestione dei rifiuti costituiti da FAV
– Verifica finale di apprendimento

Attestato formativo rilasciato

Attestato di frequenza per “Fibre Artificiali Vetrose (FAV) – il rischio per chi lavora nel settore idraulico, elettrico ed edile”.

Valutazione

Test finale composto da domande a risposta multipla. Il superamento del test avviene con il 70% di risposte esatte.

Docenza

Docenti in possesso dei requisiti previsti dal decreto interministeriale 6 marzo 2013, emanato in attuazione dell’articolo 6, comma 8, lettera m bis), del d.lgs. n. 81/2008, entrato in vigore il 18 marzo 2014.

Materiale didattico

L’esecuzione del corso è supportata da idoneo materiale didattico gratuito.